Realizzazione Siti e Portali Web – Wordpress CODING – Mobile APP – Consulenze SEO – Web design – Ecommerce

Sito vetrina: cosa scegliere fra HTML puro e WordPress?

Magari qualcuno di voi leggendo il titolo avrà pensato: “Un sito fatto in puro html nel 2016? Ma questo da dove viene?”. Quindi, per pensieri di questo tipo, sicuramente a una fetta dei lettori sarò sembrato non proprio sano di mente…ma se hai letto fin qui forse riesco a spiegarmi.

La premessa fondamentale è che WordPress, sicuramente il miglior CMS, è sì open source e quindi senza costi di licenza, ma sviluppare un sito su questa piattaforma ha dei costi. Quali? Direi che è ovvio, il tempo impiegato perché tutto fuonzioni e l’aspetto complessivo sia almeno “decoroso”. Poi una volta terminato il lavoro la piattaforma ha bisogno di aggiornamenti (vedi per esempio un piano concreto di manutenzione WordPress cosa implica). Si è vero che spesso gli aggiornamenti sono facili e tutti con ottimi wizard ma, e ormai dovrebbe essere chiaro, ci vuole comunque del tempo. E poi qualche volta non tutto fila liscio e allora ci vuole anche competenza, e credetemi non è da tutti…

OK, ora qualcuno dirà che non gli importa nulla della manutenzione, tanto non modificherà il sito in continuazione e avrà come unico scopo che si vedano le informazioni. Che rispondere? Io rispondo APPUNTO. Se la necessità è quella di avere un sito di poche pagine, con al massimo due lingue, il tempo richiesto per la realizzazione partendo da un template HTML puro è sicuramente minore rispetto al suo sviluppo in un qualsiasi CMS. Dopodiché la manutenzione non è necessaria e piccole modifiche richiederanno comunque un tempo paragonabile a quello richiesto per farle in WordPress.

Un’obiezione potrebbe essere: all’inizio non posso sapere come userò il mio sito e se lo faccio in HTML e decido di utilizzare un CMS devo, passando a WordPress, rifare tutto da capo? Non necessariamente poiché, se il lavoro fatto con HTML è valido, ci sono tecniche per utilizzarlo nella creazione del sito in WordPress, come spiegato nell’articolo scegliere HTML o WordPress

Ma allora quando è giusto pensare di usare un CMS, dai sono di parte e quindi CMS = WordPress…, per fare un sito?

  • Ho bisogno di funzionalità avanzate.
  • Realmente lo aggiornerò in continuazione.
  • Ho intenzione di fare marketing serio attraverso il web.

Potrei fare il saccente e elencare altre decine di motivi, ma in definitiva il vero discrimine per la scelta che ho proposto nel titolo è solo uno: se per me il sito è uno strumento di lavoro DEVO usare un WordPress… ops un CMS, altrimenti mi conviene usare il “semplice” HTML. In conseguenza è d’obbligo considerare che alcuni investimenti si devono fare perché, da sempre, le vere professionalità non sono multisettoriali.

Concludo dicendo che, non resisto fatemi fare il saccente…, è risaputo che gli investimenti nel web abbiano un ottimo ROI.
Noi di WordPress ne sappiamo qualcosa…

Related posts

Leave a Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.




Top