Realizzazione Siti e Portali Web – Wordpress CODING – Mobile APP – Consulenze SEO – Web design – Ecommerce     Login / Register

Come scrivere codice di programmazione elegante e comprensibile

Quando ho “imparato” ( in realtà non ho mai imparato ma sto sempre e piacevolmente imparando ) a scrivere codice di programmazione, non mi sono mai posto il problema di COME scrivere il mio codice, la mia unica preoccupazione era quella che ciò che scrivevo assolvesse i suoi compiti, ovvero che FUNZIONASSE! Pensavo che il tempo da dedicare alla scrittura di codice elegante fosse tempo perso e che sarebbe stato meglio investirlo tutto nello sviluppo delle funzionalità che intendevo raggiungere.Tutto ciò finchè non ho iniziato a scrivere codice in ambiente collaborativo, con la necessità di confrontarmi con un team.

La prima cosa che si nota esaminando codice scrito da altri è l’estrema varietà di stile e di metodo: in alcuni casi il codice, seppure non chiaro in tutte le sue funzioni è comprensibile e fluido e se ne comprende l’architettura grazie ad una semantica esplicativa delle funzioni e delle classi; in altri casi invece occorrono ore per percepire la logica di base… e talvolta non si riesce proprio a districarsi.
Solo dopo un po’ mi sono reso conto che la differenza fondamentale è il modo con cui il codice viene scritto: “scritto con attenzione all’estetica” ( ciò che all’inizio non ritenevo importante) oppure semplicemente “scritto”.
Anche se entrambi i codici portano ad un risultato funzionante ad un certo punto ho ritenuto importante cominciare a scrivere codice ben organizzato e facile da leggere.

Alcune semplici “best practise” (senza alcuna pretesa di ritenermi minimamente esperto nel ramo) si possono così riassumere:

1) Usare un “IDE” ( Integrated development environment https://it.wikipedia.org/wiki/Integrated_development_environment) è il primo passo verso un codice pultito ed elegante. Non fraintendetemi, è assolutamente possibile costruire siti e applicazioni utilizzando un qualsiasi “notepad”, ma è una strada tortuosa e un po’ pazza oltrechè fuori dal tempo. L’utilizzo di un IDE rende molto semplice la scrittura di codice di programmazione indentato propriamente, con la punteggiatura al punto giusto, con un “intellisense” che ci aiuta nell’utilizzo di variabili e funzioni… e perchè no, con un debugger passo-passo che per progetti complessi risulta assolutamente indispensabile.
Non intendo definire quale IDE sia meglio di un altro, lascio a ciascuno le proprie idee, essenziale è lo strumento disponga delle funzioni citate in precedenza.
Non è necessario che il vostro codice sia scritto come qualcun altro; ha solo bisogno di risultare estetico, leggibile e comprensibile da persone con un background di programmazione differente.

2) Commentare, commentare e ancora commentare
Trovo che l’utilizzo dei commenti nelle funzioni sia molto importante, anche se c’è chi sostiene che un codice scritto bene posa fare a meno dei commenti. L’uso dei commenti può aiutare noi stessi prima ancora di chi leggerà il nostro codice in futuro..un esempio stupidissimo è l’uso di un commento //TEMP durante lo sviluppo..

a distanza di settimane ( o magari di mesi) sarà facile revisionare tutto il nostro progetto cercando la parola “TEMP” e rivedere tutto ciò che di temporaneo è stato lasciato indietro fino ad eliminarlo completamente per andare in produzione.

3) Pianificare il lavoro
Anche se è un concetto apparentemente off-topic, la pianificazione riveste un ruolo importante per lo sviluppo e anche in questo senso la scrittura di codice elegante e ordinato è fondamentale. Da un lato il progetto deve prendere forma in maniera armonica dal suo concepimento e l’architettura globale deve essere fondata su un progetto organizzato dopo un’approfondita analisi. Dall’altro però, dato che è praticamente impossibile gestire a priori tutte le casistiche e ancor di più escludere modifiche in corso d’opera (che anzi vanno sempre previste!), l’atomizzazione delle funzioni, anche le più semplici, è un ottimo esercizio che ripagherà nel tempo. E’ chiaro che un codice di programmazione ben organizzato renderà molto più semplice l’iniezione di nuove funzioni.

“Code is Poetry” è uno dei motti principali del mondo WordPress e si presta a diverse interpretazioni. A me piacerebbe scrivere codice elegante come un poema…
la strada è lunga.

Tags:

Related posts

Leave a Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.




Top