Realizzazione Siti e Portali Web – Wordpress CODING – Mobile APP – Consulenze SEO – Web design – Ecommerce

Convertire siti web da HTML a WordPress

Quando si tratta di Content Management Systems, WordPress ricopre indubbiamente un ruolo di leader nel mercato globale. Con il passare degli anni, WordPress ha attratto una grande comunità di utenti sia privati che aziende. Ad oggi, dati alla mano, WP alimenta oltre il 25% dei siti nel mondo, questo indica chiaramente la sua crescente popolarità.

La ragione principale per la popolarità di WordPress è la sua facilità d’uso e interfaccia user-friendly che consente anche ad una persona “non-tech” di costruire e creare siti web “a costo zero” senza assumere professionisti.

Sta di fatto che WP ha ampiamente superato diverse altre piattaforme utilizzate per costruire siti web tra cui Magento, Drupal, Joomla e altro ancora. Anche il puro HTML è da annoverare fra i suoi “competitors”, le aziende oggi preferiscono avere i loro siti web costruiti in WordPress e di conseguenza vi sono molte conversioni di siti da HTML a WordPress.

Spesso mi è stato chiesto da diversi clienti, così come da lettori del blog, quale piattaforma dovrebbero usare – HTML o WordPress?

Beh, io sono un grande fan di WordPress e consiglio quindi sempre di usarlo. Tuttavia, l’utilizzo di una piattaforma particolare per le vostre esigenze dipende da una serie di fattori, tra cui il vostro budget e le funzionalità richieste dal vostro business.

Se siete alla ricerca di un sito web personalizzato in cui è possibile ottenere particolari funzionalità o funzionalità aggiunte, WordPress sarebbe la scelta giusta per voi. Tuttavia, se si è più inclinati verso un sito web di base con i dati statici, si può procedere con HTML.
Se si sta cercando di sviluppare un sito “vetrina” semplice è possibile affidarsi ad un programmatore HTML, ma non appena emerga l’esigenza di aggiungere contenuti dinamici al vostro sito web con una certa frequenza, o la necessità di aggiungere un blog, che è uno dei modi più efficaci per migliorare la visibilità su Google e sui vari motori di ricerca, il mantenimento di un sito web HTML si rivelerà insufficiente.
Per contro, essendo WP prima di tutto una piattaforma blogging e un potente sistema di gestione dei contenuti (CMS), è possibile creare facilmente per tutti contenuti dinamici ( news, articoli, portfolio etc ) e garantire il loro aggiornamento su base regolare. Ma WordPress consente anche di aggiungere funzionalità comuni come CRM e sistemi di fatturazione, e-commerce, pagine di iscrizione con “opt-in”, mappe di Google, moduli di contatto e molto altro ancora.
HTML permette di progettare un look unico del vostro sito web in quanto dà il controllo sulla progettazione e sul layout, ma ciò è ovviamente raggiungibile anche con l’utilizzo di WordPress, attraverso la personalizzazione del tema scelto o la realizzazione di un WP theme costruito da zero su un progetto grafico PSD ad esempio. Sono possibili anche soluzioni miste dove le parti “statiche” (pagine istituzionali, homepage, etc) sono realizzate in html e il blog e le sezioni dinamiche vengono montate in un’installazione wordpress che si “aggancia” al resto del sito, anche se ad oggi questa pratica è un po’ desueta e poco produttiva.
Quindi la domanda: convertire un sito html in wordpress ha un vincitore secondo me: si!
La migrazione da HTML a WP consente di avere un sito facilmente aggiornabile sia in termini dei suoi contenuti, sia del suo layout. Sarà relativamente molto facile cambiare il look del vostro sito: basterà cambiare il tema in uso.
Di fatto non esistono limiti ( che non siano quelli del PHP come linguaggio ) alle funzionalità che si possono aggiungere ad un sito web, con WordPress è possibile anche realizzare complessi portali web multilingua.

Va detto, per completezza di informazione, che la programmazione in ambiente WordPress consente sì la realizzazione di qualsiasi funzionalità, ma è anche piuttosto complessa e deve essere eseguita con le dovute competenze, per garantire il corretto funzionamento nel tempo del progetto e la compatibilità con tutti gli aggiornamenti.
In questo senso, immaginare che un sito WP articolato arricchito di funzionalità personalizzate possa rientrare nel concetto di “open source” e quindi di gratuito o di molto economico è fuorviante: per garantire il successo del vostro progetto web è necessario essere disposti a qualche oculato investimento.

Tags: ,

Related posts

Leave a Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.




Top