Realizzazione Siti e Portali Web – Wordpress CODING – Mobile APP – Consulenze SEO – Web design – Ecommerce     Login / Register

Come catturare l’attenzione con i tuoi post

Sulle nostre bacheche scorrono incessanti centinaia di post. Moltiplicati per tutti i social network utilizzati, tutto ciò si traduce in migliaia di informazioni che gareggiano tra loro per catturare l’attenzione (limitata) dei lettori davanti allo schermo. Creare post di qualità, utili e che rispondono ai problemi degli utenti è la strada per colpire l’attenzione di potenziali lettori. E per fare questo abbiamo circa 10 secondi a disposizione.

Come catturare l’attenzione con i tuoi post

Pubblica post di qualità in modo frequente

Il primo motivo per cui i lettori ti leggeranno e ritorneranno a visitare il tuo blog è la frequenza con cui pubblichi. Se non pubblichi non esisti sul web (e spesso anche se pubblichi). Alcuni consigliano di pubblicare sporadicamente, altri spesso. Non ci sono regole precise per stabilire la frequenza, ma possiamo fare una differenza tra piattaforme. Su un blog possiamo pubblicare ogni giorno, una volta alla settimana, una volte al mese nel caso di blog autorevoli. Sui social network invece occorre pubblicare quotidianamente da 1 a 3 contenuti. Occhio agli orari, ma di questo parleremo in un altro post.

Crea post condivisibili

catturare-attenzione-con-i-tuoi-postCreare post condivisibili non significa solo dotarli dei bottoni social. I post condivisibili devono essere contenuti di qualità: il contenuto è utile, risponde ad un bisogno o risolve un problema dell’utente, il titolo è accattivante e colpisce l’attenzione. Le immagini devono essere intriganti, di alta qualità e, molto importante, devono creare un impatto emotivo sui tuoi lettori.
I titoli, un elemento chiave

Sulla titolazione ci sarebbe da scrivere un intero capitolo. E’ il primo elemento per catturare l’attenzione in quei famosi 10 secondi. La soglia di attenzione del lettore sul web è bassa, pertanto il titolo deve essere magnetico, breve e semplice, chiaro e diretto. Evitare i titoli creativi ed ambigui. Andate dritti al punto e comunicate subito quali benefici l’utente può trarre dal vostro post. Un buon modo per catturare l’attenzione è utilizzare una domanda diretta che stimoli la curiosità oppure usare numeri, soprattutto se grandi.

Utilizza content curation tool

Si tratta di strumenti che permettono di raccogliere, selezionare e organizzare contenuti che riguardano lo stesso specifico argomento. Quindi sistemi di filtraggio delle informazioni per gli utenti e che danno visibilità ai nostri contenuti. Questo ci accrediterà come esperti autorevoli e fonte aggiornata sull’argomento. Il tool più conosciuto è Pinterest che consente di creare bacheche tematiche e raccogliervi all’interno immagini che linkano al post. Idem per le Raccolte di Google Plus. E poi ancora Storify, Feedly, Scoop.it, Paper.li.

Accetta guest post

post-catturare-attenzioneAprire il proprio blog ai contributi di altri blogger offre numerosi vantaggi. Ad esempio rendere i post più interessanti e degni di attenzione. Soprattutto se la firma del guest post è autorevole e seguita. Questi contenuti introducono nel nostro blog un altro punto di vista, permettono uno scambio di link utile per il posizionamento nei motori di ricerca, portano una aumento di traffico perché attireranno anche la fetta di lettori dell’altro blogger. E magari qualcuno si fermerà anche con noi.

Cura la SEO

Essere in prima pagina di Google cattura l’attenzione dei lettori, che dici? Curiamo molto la SEO ed la scelta delle keywords, ricordando di scrivere per il lettore ma anche per il motore di ricerca. Studiamo le keywords e calcoliamone la difficoltà di posizionamento. Curiamo i meta tag basilari per la SEO, inserendovi le parole chiave: il tag title, il tag description, tag H1…H6. Se siete alle prime armi, utilizzate il plugin per WordPress Yoast SEO: l’ultimo aggiornamento fornisce abbondanti suggerimenti su come scrivere il vostro articolo SEO oriented.

Link Building, quali link?

Il link building è una tecnica SEO ma il fatto che i nostri titoli siano linkati e di diverso colore, spiccando all’interno del testo, contribuisce ad attirare l’attenzione. Come vedi nel web writing tutto è connesso: spesso compi una specifica azione e nel contempo vai a soddisfare altre regole di scrittura. Quali tipi di link in questo caso? Sostanzialmente due. Quelli interni che rimandano ad altri post del tuo blog. E quelli più ambiti ed anche più difficili da ottenere che partono da altri siti. Se un sito o blog famoso e seguito linka un tuo post c’è un altissima probabilità di ricevere l’attenzione di una bella fetta di lettori.

Utilizza la newsletter

Far arrivare i tuoi post direttamente nella casella di posta dei tuoi lettori è un ottimo modo per ottenere la loro attenzione. Crea la tua lista contatti inserendo il form nel tuo blog, crea la tua newsletter secondo le regole anti-spam, altrimenti sarà tutto inutile. Fai delle prove su titolo e contenuti con il A/B test. Valuta il miglior risultato ed invia. E’ consigliabile creare newsletter personalizzate. Questo significa curare, e molto, la tua lista contatti.

Scrivi post leggibili

post-attenzioneMagari hai attirato l’attenzione di qualche lettore grazie al titolo giusto, ma se il post appare come un muro di parole stai pur certo che fuggirà dopo pochi secondi. E non è quello che vuoi. Formatta i tuoi articoli, dividili in paragrafi, usa i titoli, utilizza il grassetto, intervalla la lettura con immagini, dai respiro al testo.

 

Usa i social media con intelligenza

Catturare l’attenzione dei lettori sui social network è un’impresa difficile perché qui si concentra il maggior numero di informazioni che gareggiano tra loro. Puoi utilizzare gli hashtag, come ti abbiamo spiegato in questo post. Oppure puoi colpire l’attenzione con le call to action. Accompagna sempre il link con una descrizione semplice, pertinente e che allo stesso tempo non sveli tutto, per invogliare a fare click (no, no e no ai titoli acchiappa-click). Mantieni separata la tua attività dalla sfera privata: questo significa che i tuoi contenuti andranno pubblicati sui profili pubblici della tua attività e del tuo blog. Le foto dell’ultima cena con amici e parenti pubblicale sul profilo privato. Posta giornalmente ma da 1 a 3 contenuti. Chi programma post ogni ora perde fan!

Related posts

Leave a Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.




Top